Spedizioni gratuite per ordini superiori a €49. Clicca qui per informazioni sul richiamo dei prodotti.

La privacy di bambini/e e ragazzi/e

Tempo di lettura: 3 minuti
La privacy è una cosa da grandi?
Anche se “privacy” è un termine che siamo abituati a utilizzare in riferimento al mondo adulto, conoscere che cos’è e imparare a rispettarla è un percorso che va intrapreso sin da bambini. Non solo perché con questo termine si intende “il diritto alla riservatezza delle informazioni personali e della propria vita privata” (e quindi ci riguarda a partire dal momento della nostra venuta al mondo), ma anche perché più si è giovani e meno si è consapevoli dei rischi che si corrono non avendone un’adeguata cura.

Non dobbiamo dare per scontato che, essendo nativi digitali, i bambini e giovani di oggi siano completamente coscienti dei pericoli e di tutte le conseguenze delle loro navigazioni sul web, soprattutto quando hanno a che fare con l’accattivante mondo dei social network. Nonostante il Regolamento generale sulla protezione dei dati abbia fissato come età-soglia per l’accesso ai social network il raggiungimento dei 16 anni, anche i giovani maggiori di questa età, come anche gli adulti, sono egualmente esposti ai rischi della rete.

La prima cosa da tenere bene a mente è che qualsiasi cosa pubblichiamo, informazioni, dati o immagini che siano, questi potrebbero rimanere online per moltissimo tempo e potrebbero essere visti anche da persone che non conosciamo. E così il nostro numero di telefono, ad esempio, oppure il nostro indirizzo di casa potrebbero finire nelle mani sbagliate o ed essere utilizzati in modo improprio…

Dobbiamo riconoscere che è decisamente coinvolgente costruire relazioni attraverso la rete e condividere i propri interessi, ma è altrettanto importante parlare con i ragazzi per capire insieme a loro che cosa può succedere se condividono “troppo” delle loro informazioni personali, come il vero nome o i luoghi che frequentano. Proprio come facciamo quando incontriamo una persona che non conosciamo (“offline”, nella vita reale), anche online è opportuno evitare di rivelare informazioni e dettagli che ci riguardano.

 

Quali “armi” abbiamo a disposizione per difendere la nostra privacy?

Oltre a prendere consapevolezza del fatto che ciò che condividiamo online è visto da moltissimi occhi in più di quelli che pensiamo, dovremmo conoscere e imparare a utilizzare degli strumenti che possono rappresentare un’ottima difesa.

  • Impostiamo attentamente la privacy dei dispositivi che utilizziamo: quali applicazioni e quali siti possono accedere alla fotocamera (o alla webcam), al microfono e ai dati della geolocalizzazione?
  • Ogni volta che creiamo un account (che sia di un social network o altro), facciamo attenzione alla sezione “impostazioni della privacy” e compiliamola con cura: grazie a questa finestra possiamo infatti scegliere e controllare chi può vedere le nostre informazioni o i contenuti che condividiamo, evitando così che siano a disposizione di tutti gli utenti del web.
  • Utilizziamo dei nomi inventati o dei nickname (non per siti ufficiali o documenti) al posto del nostro vero nome: è un’ottima strategia per mantenere “segrete” i nostri dati personali se vogliamo, per esempio, iscriverci a un sito di videogiochi o a un social network.
  • Per evitare che qualcuno possa entrare nel tuo account senza il nostro consenso scegliamo una password articolata e cambiamola periodicamente.
  • Se vogliamo verificare che non ci siano contenuti privati online, facciamo una semplice ricerca, anche provando con più motori di ricerca, digitando il nostro nome e cognome e vedendo i risultati che ci mostra il web.

 

È possibile rimuovere totalmente un contenuto dalla rete?

Pur facendo molta attenzione, ci può capitare di condividere qualcosa per errore, oppure qualcosa che non vorremmo vedere online…

Come abbiamo già visto, i dati pubblicati online possono fare viaggi lunghissimi sia in termini spaziali (possono essere letti da una persona che si trova dall’altra parte del mondo) sia in termini temporali (rimanere in rete per moltissimi anni).

Anche se molto difficile, è comunque possibile eliminare dei contenuti pubblicati online: il sistema giuridico ha infatti previsto una procedura per la “cancellazione dei propri dati personali in forma rafforzata”. Secondo la legge europea, le persone hanno il diritto di richiedere ai motori di ricerca (tipo Google) di rimuovere determinati risultati quando si ricerca online il proprio nome: questa possibilità viene chiamata diritto all’oblio.

Attenzione però! Questo non significa che i contenuti relativi a queste persone vengono cancellati, ma solo che non compaiono tra i risultati di ricerca. Tali contenuti possono essere cancellati solamente dalla piattaforma su cui sono stati pubblicati, sempre a seguito di una richiesta, che la piattaforma è tenuta ad accettare (a meno che non ci siano motivi validi per rifiutarla, ad esempio un reato commesso dalla persona che fa la richiesta di cancellazione).

 

Privacy e cyberbullismo

Richiedere la cancellazione di contenuti può risultare una valida mossa di protezione e difesa anche nel caso in cui siamo vittime di cyberbullismo! Se online sono presenti foto, video o altre informazioni che ci sembrano offensive, imbarazzanti o minacciose nei nostri confronti, possiamo richiedere la cancellazione di questi contenuti. Grazie alla legge 71 del 2017, i maggiori di 14 anni possono inviare in prima persona tale richiesta di cancellazione direttamente al gestore della piattaforma (sito o social network), mentre per i minori di 14 anni possono inviarla i genitori del bambino vittima di cyberbullismo. E ricorda: nel caso in cui entro 48 ore dalla richiesta, il gestore della piattaforma non si sia messo in moto in tuo favore, ci si può sempre rivolgere direttamente al Garante della Privacy.

Come vedi, sono tanti gli strumenti “tecnici” a nostra disposizione, ma il primo passo da fare e il più importante è CONOSCERE e imparare a RISPETTARE la nostra privacy e quella altrui… Buon divertimento (al sicuro) online!

Post più vecchio
Novità
Chiudi (esc)

iscriviti alla nostra newsletter

Potrai conoscere in anteprima tutte le novità del mondo Clementoni e ricevere un coupon sconto del 10% sul tuo primo acquisto.

Privacy e cookie policy

Age verification

By clicking enter you are verifying that you are old enough to consume alcohol.

Cerca

Menu principale

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.
Acquista subito